-->

Ripristinare il pc allo stato precedente

Per vari motivi potremmo aver bisogno di ripristinare il nostro computer ad uno stato precedente, ad esempio, per aver installato programmi che danno problemi o il computer si comporta non in maniera perfetta.
Fare questo non è difficile ma c' è da ricordarsi che il computer ritornerà come era in precedenza, il giorno in cui il punto di ripristino è stato creato ma, senza eliminare nessun dato personale salvato fino ad ora. Non sempre però è la soluzione per risolvere tutti i problemi del pc quindi in caso contrario potremo annullare l' utimo ripristino ritornando nuovamente allo stato precedente al ripristino.

Come ripristinare il computer ad uno stato precedente?

- In Windows xp/vista i passaggi sono semplici, basta cliccare start / Tutti i prpgrammi / Accessori / Utilità di sistema e infine Ripristino di configurazione di sistema e dovrebbe comaprire
adesso potrai scegliere di ripristinare o creare un punto di ripristino, scegliamo ripristino e andiamo avanti.
 Nella sezione che appare ci basterà scegliere il giorno e quindi il prunto di ripristino che vogliamo, ovviamente il sistema non crea ogni giorno punti di ripristino quindi selezioniamo quello creato nel giorno precedente in cui il nostro problema non c' era.
Cliccando avanti apparirà un avviso per la conferma e quindi ok. Il sistema si riavvierà e provvederà al ripristino. 
Nel caso il problema non dovesse risolversi o ti segnala che non può essere ripristinato con tale punto di ripristino provate con un punto di ripristino precedente.

- In Windows 7 la procedura è simile ma per aprire "Ripristino di Configurazione" vi basta andare in  Start e nella casella di ricerca digita Ripristino configurazione di sistema, quindi nell'elenco dei risultati fai clic su Ripristino configurazione di sistema. Se viene richiesta la password o la conferma di un amministratore, digitare la password o fornire la conferma.
In windows 7 il ripristino è molto migliorato, se si volesse soltanto ripristinare una precedente versione di un file o di un documento basterà fare clic con il tasto destro del mouse e scegliere la voce Ripristina versioni precedenti del menù contestuale. Si chiama “shadow copy” la specifica funzione che si incarica di tenere traccia delle modifiche applicate a file e cartelle.

1 commento:

  1. grazie, spiegazione semplice e ottima, che anche una non pratica come me è riuscita a capire.

    RispondiElimina
Posta un commento

Inserite il vostro nick name se volete una risposta altrimenti non si saprà a chi rispondere.